Stemma e logo di Comune di Marliana (PT)
Comune di Marliana (PT) - Sito Ufficiale | Via della Chiesa, 5 Marliana (PT) - tel. 0572.69851
Home Page home page
Contattaci contattaci
Eventi della vita eventi della vita
Aree Tematiche aree tematiche
Elenco A-Z elenco A-Z
Rubrica del Comune rubrica del Comune
Ricerca allegati ricerca allegati Stampa Stampa contenuto

Sei in:  home » uffici » Polizia Municipale - Protezione Civile - Servizio Associato con San Marcello Piteglio e Sambuca - Commercio e Attività Produttive - Agricoltura » Protezione Civile » Emergenza Coronavirus (Covid-19) » scheda prestazione

Trasparenza Amministrativa

Vivere il territorio

Emergenza Coronavirus (Covid-19)

Oggetto della prestazione

A CHI RIVOLGERSI

 In presenza di caso sospetto contatta il medico o pediatra di base.

  • Numero telefonico di pubblica utilità 1500 attivo 24 ore su 24 istituito dal Ministero della Sanità per informazioni
  • Numero verde regionale 800.556060, opzione 1, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 18. Il servizio fornisce orientamento e indicazioni sui percorsi e le iniziative individuate dalla Regione sul tema del Coronavirus. Per favorire una corretta informazione sul Covid-19, la Regione ha messo a disposizione dei cittadini un numero verde, presso il Centro di Ascolto Regionale, al quale rispondono operatori adeguatamente formati.

Decreto "Cura Italia": misure straordinarie per sanità, famiglie e lavoro

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte, del Ministro dell’economia e delle finanze, Roberto Gualtieri, del Ministro dello sviluppo economico, Stefano Patuanelli, del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, Nunzia Catalfo e del Ministro della salute, Roberto Speranza, ha approvato un decreto-legge che introduce misure di potenziamento del servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19.

IN ALLEGATO IL TESTO COMPLETO.

SERVIZI AZIENDA ASL

In allegato una mini guida con tutti i servizi che possono essere effettuati da casa predisposta dall'Azienda Sanitaria che invita  a non  recarsi di persona agli sportelli amministrativi ma di utilizzare le modalità alternative: telefoniche, on-line e via e-mail.

Servizio a richiesta per la consegna a domicilio di farmaci e alimenti di prima necessità

Per gli ultra 65enni che vivono da soli il Comune in collaborazione con le Farmacie di Marliana e Montagnana Pistoiese ed i negozi di generi alimentari presenti sul territorio comunale hanno predisposto un servizio a richiesta per la consegna a domicilio di farmaci e alimenti di prima necessità. Per i medicinali il Medico di Famiglia consegnerà le ricette alla Farmacia di Marliana o a quella di Montagnana e queste concorderanno con il Comune per la consegna all’interessato. Per la consegna di alimenti di prima necessità è necessario chiamare il negozio di alimentari più vicino al domicilio del richiedente, entro le ore 11 per concordare il recapito degli alimenti.

Spesa a domicilio per gli anziani in condizioni di precarietà

Un servizio di spesa a domicilio di beni di prima necessità (alimenti, igiene personale e della casa) per persone ultra 65enni in precarie condizioni di salute, di autonomia o soli, sarà attivato a partire da lunedì prossimo, 16 Marzo, dalla Società della Salute Pistoiese. Per effettuarlo la SdS ha sottoscritto un accordo con le associazioni del volontariato e del terzo settore: Misericordia, Pubbliche Assistenze (Anpas), Croce Rossa italiana e Auser, quale capofila del progetto "Socialmente". Il provvedimento prevede la copertura della sola consegna della spesa, mentre l’onere dell'acquisto dei prodotti sarà a carico degli utenti.

Il servizio sarà attivo tutti i giorni, da lunedì a sabato, dalle 8 alle 20, e prevede la consegna al massimo due volte la settimana per richiedente. Destinatari saranno le persone già in carico ai servizi territoriali, perché in situazione di particolare difficoltà, ma potranno essere presentate nuove richieste da parte di anziani con bisogni analoghi.

Per segnalare la richiesta di spesa a domicilio potranno essere utilizzati i due numeri telefonici:  0573 1716429 – 0573 505243. 

La consegna presso le varie abitazioni sarà effettuata da operatori dotati di idonei presidi di protezione individuale (mascherine, guanti monouso, disinfettanti per le mani, ecc.), che concorderanno con i richiedenti i generi da acquistare e gli esercizi commerciali presso i quali effettuare l'acquisto. 

Validità documenti di riconoscimento

Proroga fino al 31 agosto 2020 della validità dei documenti di riconoscimento (Carte d'identità incluse)  scaduti o in scadenza dopo il 17 marzo 2020 (come stabilito dal Decreto-legge  17/03/2020 n. 18  c.d.  #CuraItalia Misure di potenziamento del servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19).

Attenzione: La validità ai fini dell’espatrio resta limitata alla data di scadenza indicata nel documento. Per essa, quindi, non è prevista nessuna estensione.

Ordinanza Ministero Salute

Entra in vigore sabato 21 marzo 2020 l'ordinanza del Ministero della Salute recante Ulteriori misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale. Leggi il documento integrale 

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/03/20/20A01797/sg

Supporto psicologico

Il Sistema di Protezionene Civile regionale si è attivato, in coordinamentoto con il Sistema sanitario della Regione Toscana, per garantire un supporto psicologico alla popolazione in questo momento di particolare criticità. Il servizio viene erogato da psicologi professionisti altamente preparati per operare a sostegno delle persone in difficoltà nelle emergenze di particolare rilevanza. Il servizio si svolge telefonicamente contattando il numero verde 800.909685 dal lunedì alla domenica dalle ore 9.00 alle ore 19.00. Gli psicologi sono presenti dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00.

Aggiornamento del 1 aprile 2020

Nuovo DPCM (decreto Presidenza Consiglio dei Ministri) firmato dal Presidente Conte che proroga TUTTE le restrizioni e le chiusure e le sospensioni già adottate fino al 13 aprile 2020.

Conferenza stampa di Conte (sito Governo)

Avviso finalizzato alla costituzione di un elenco di attività commerciali per l’attivazione delle misure di sostegno alimentare tramite buoni spesa a favore di soggetti in condizione di bisogno a seguito dell’emergenza da diffusione del Coronavirus (COVID-19)

Pubblicato all'albo on line e nella home page del sito l'avviso rivolto a tutti gli operatori economici del territorio del Comune di Marliana abilitati al commercio al dettaglio di generi alimentari che sono interessati a convenzionarsi con questo Comune per il servizio di sostegno alimentare a seguito dell’emergenza Coronavirus. Il modulo, disponibile all'albo on line e nella home page del sito, dovrà essere inviato all' indirizzo di posta elettronica protocollo@comune.marliana.pt.it allegando un documento di identità in corso di validità. Il presente avviso non ha un termine di scadenza; il primo elenco di operatori abilitati sarà pubblicato sul sito il 6 aprile 2020; agli aggiornamenti si provvederà entro le ore 18 di ciascun giorno lavorativo, tenendo conto delle altre dichiarazioni di adesione pervenute.

MISURE A SOSTEGNO DI FAMIGLIE, LAVORATORI E IMPRESE INDIVIDUALI

Il decreto legge 17 marzo 2020, n. 18 (cosiddetto "Cura Italia") attribuisce all'INPS il compito di attuare le misure disposte dal Governo a sostegno di famiglie, lavoratori e imprese individuali.

Sul sito INPS è possibile richiedere:

Tutte le misure previste dal Decreto Cura Italia sono dettagliate nel comunicato della Presidenza del Consiglio.

ATTENZIONE ALLE TRUFFE !

In questi giorni è ancor più indispensabile fare attenzione alle notizie false, cosiddette "fake news", per evitare truffe. Affidatevi sempre a fonti verificate rilasciate dalle istituzioni Governo, Regione, Comune.

Se vedete in circolazione materiale cartaceo e siete in dubbio sulla sua veridicità verificate sempre sui siti web istituzionali degli enti (per esempio: www.governo.itwww.salute.gov.itwww.interno.gov.itwww.regione.toscana.it, sito del proprio Comune) oppure contattate direttamente gli uffici relazione con il pubblico dei vari enti.

In caso di truffe rivolgetevi alla Polizia di Stato https://www.commissariatodips.it/

PERMESSI DI SOGGIORNO

Tutti i permessi di soggiorno in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020 vengono prorogati di validità fino al 15 giugno 2020, dando la possibilità ai titolari di poter effettuare la domanda di rinnovo dopo tale data. 

Circolare ministeriale 23308 del 21.03.202

Bonus Energia: Proroga scadenza e nuove soglie ISEE

Le famiglie che beneficiano del Bonus Energia (elettrico e gas) hanno più tempo per presentare domanda di proroga. Per limitare la mobilità durante l’emergenza COVID 19, la Delibera 76/2020/R/com dispone la momentanea sospensione della presentazione presso i Comuni delle domande di rinnovo dei bonus in scadenza per l’anno 2020. Gli aventi diritto otterranno automaticamente una proroga di 60 giorni ai precedenti termini di scadenza.

Verrà garantita la continuità del bonus durante il periodo di sospensione, verificabile in bolletta.

Possono ottenere il bonus tutti i clienti domestici intestatari di un contratto di fornitura elettrica con almeno uno dei seguenti requisiti:

  • Nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro;
  • Nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro;
  • Nucleo familiare titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza;

Ai fini della compilazione della richiesta del Bonus è inoltre necessario avere a disposizione alcune informazioni reperibili in bolletta o nel contratto di fornitura:

  • Codice POD, Un codice composto da lettere e numeri; Il codice è verificabile nella bolletta dell’energia elettrica, nelle prime due pagine, sia per gli utenti appartenenti al mercato libero, sia per quelli ancora in maggior tutela.
  • Codice PDR, codice unicamente numerico, reperibile nella bolletta del gas o contattando il Distributore locale.

Per approfondimenti:
ANCI – Bonus Energia e COVID 19

ANIMALI D'AFFEZIONE E COVID 19

La cittadinanza è invitata a prendere conoscenza delle Linee guida della Regione Toscana per la gestione di problematiche legate agli animali d’affezione in corso di emergenza COVID-19

Permesso di soggiorno

per chi aveva già inviato tramite kit postale la richiesta di rinnovo/rilascio/aggiornamento del titolo di soggiorno e fissato un appuntamento in Questura per il fotosegnalamento durante questi giorni di emergenza, l'appuntamento sarà spostato d'ufficio di 10 settimane. Il sistema di Poste dovrebbe inviare ai cittadini un SMS con la nuova data, qualora il messaggio non arrivasse è possibile comunque verificare la nuova convocazione accedendo (con le credenziali stampate sulla ricevuta che consegna poste) sul sito www.portaleimmigrazione.it

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA R.T. n. 30 del 09.04.2020

Firmata l'ordinanza del Presidente della Giunta Regionale Toscana che dal 9 aprile, consente l'attività di commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per ufficio (codice ATECO 47.62.20) e l'attività di commercio al dettaglio di giochi e giocattoli (codice ATECO 47.65) all'interno di attività di vendita di generi alimentari o di altre attività commerciali NON soggette a chiusura, ai sensi dell'Allegato 1 al D.P.C.M. 11 marzo 2020.

Da parte delle attività commerciali soggette a chiusura, invece, la vendita al dettaglio degli stessi articoli può essere svolta esclusivamente per corrispondenza, tramite televisione, con altri sistemi di comunicazione e online.

L'ordinanza consente inoltre alle attività commerciali soggette a chiusura di effettuare la consegna a domicilio e la vendita al dettaglio per corrispondenza, tramite televisione, con altri sistemi di comunicazione e on-line dei prodotti non compresi nell'Allegato 1 al D.P.C.M. 11.03.2020, nel rispetto dei requisiti igienico-sanitari, sia per il confezionamento che per il trasporto e la consegna, evitando contatti personali a distanza inferiore a un metro.

L'ordinanza, infine, consente la vendita di semi, piante e fiori ornamentali, piante in vaso, fertilizzanti e simili anche negli esercizi commerciali alimentari.

L'ordinanza è valida per 90 giorni dal 9 aprile stesso.

Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale Toscana n. 30 del 9.04.2020 (pdf)

"Misure urgenti sulla regolare conclusione e l'ordinato avvio dell'anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato"

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il testo del decreto legge approvato il 6 aprile in Consiglio dei Ministri contenente "Misure urgenti sulla regolare conclusione e l'ordinato avvio dell'anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato". Il provvedimento è in vigore dal 9 aprile.

Sul sito del MIUR sono state estratte le principali novità che riguardano le modalità di svolgimento degli Esami di Stato, come funziona l'ammissione all'anno successivo e come sarà avviato il nuovo anno scolastico.

Il comunicato con tutti i contenuti sul sito del MIUR

Testo del Decreto sulle misure per la scuola

Aggiornamento dell'8 aprile 2020

È stata pubblicata l'ordinanza della Regione Toscana che dispone l'utilizzo obbligatorio della mascherina monouso:

- in spazi chiusi, pubblici e privati aperti al pubblico, in presenza di più persone, oltre che nei mezzi di trasporto pubblico locale, nei servizi non di linea taxi e noleggio con conducente;
- in spazi aperti, pubblici o aperti al pubblico.

Resta il vincolo del distanziamento sociale di almeno un metro.

L'uso delle mascherine obbligatorio decorre dal momento in cui il Comune avrà provveduto al completamento della distribuzione delle mascherine fornite dal Sistema Regionale di Protezione Civile.

Fermo restando il rispetto della distanza sociale le disposizioni non si applicano ai bambini di età inferiore ai sei anni e alle persone che non tollerino l'utilizzo delle mascherine a causa di particolari condizioni psicofisiche attestate da certificazione rilasciata medico di medicina generale o pediatra.

Aggiornamento del 10 aprile 2020

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DPCM 10 aprile 2020, che proroga le restrizioni al 3 maggio 2020.

Testo integrale del Decreto.

Ci sono 5 allegati:

Allegato 1 - commercio al dettaglio consentito;
Allegato 2 - servizi alla persona consentiti;
Allegato 3 - codice ATECO e descrizione delle attività consentite;
Allegato 4 - misure igienico-sanitarie individuali;
Allegato 5 -misure obbligatorie per gli esercizi commerciali.

Sul sito del Governo è disponibile il video della conferenza stampa.

CHIUSURA DI TUTTI GLI ESERCIZI COMMERCIALI PER PASQUA E PASQUETTA

Il presidente della Regione Toscana  Rossi ha firmato un'ordinanza che dispone per la domenica di Pasqua e per il lunedì dell'Angelo, la chiusura, su tutto il territorio regionale, di tutti gli esercizi commerciali della piccola media e grande distribuzione, ad eccezione delle rivendite di giornali, delle farmacie e delle parafarmacie.

Nell'ordinanza si precisa che è fatta salva, nel rispetto della vigente legislazione emergenziale, la sola consegna a domicilio, esclusivamente mediante la prenotazione on-line o telefonica e non presso l’esercizio commerciale, dei generi alimentari e dei beni di prima necessità.

A carico dei trasgressori esercenti l’attività commerciale non consentita, l’Autorità amministrativa potrà applicare la sanzione amministrativa della sospensione dell’attività da 3 a 15 giorni consecutivi.

Ordinanza Regione Toscana n. 31 del 10 aprile 2020 (pdf)

AGGIORNAMENTO DEL 14 APRILE

Negli allegati al DPCM del 10 aprile 2020 sono elencate le attività che possono stare aperte.

La Regione Toscana ha emesso un'ordinanza dove stabilisce le misure che le attività commerciali devono adottare per poter aprire ed evitare un rischio di aggravio della situazione epidemiologica.

Consulta l'ordinanza regionale n. 33 del 13 aprile 2020 (pdf)

AGGIORNAMENTO DEL 16 APRILE

Con ordinanza regionale il Presidente Rossi consente la ripresa di alcune attività:

  • Cura degli orti e agricoltura amatoriale;
  • Contenimento della fauna selvatica, anche in aree urbane;
  • Attività selvicolturali (con proroga di 15 giorni per completare i tagli nei boschi).

Si invita chi possiede un orto o un vigneto o oliveto o lavora nel bosco a  leggere con attenzione l'ordinanza regionale per potersene occupare rispettando le norme di sicurezza nazionali sul Coronavirus.

Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 36 del 14.04.2020 (pdf)

Inizio efficacia Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale Toscana n. 26 del 06.04.2020 nel territorio del Comune di Marliana

In data 10 aprile 2020 è stata completata la distribuzione nel territorio del Comune di Marliana, delle mascherine fornite dalla Regione Toscana. 

Si avvisa tutta la cittadinanza, pertanto, che, a partire dal giorno 11 aprile 2020, entrerà in vigore l’obbligo dell’utilizzo della mascherina monouso come stabilito dall’Ordinanza del Presidente della Giunta regionale n. 26 del 06.04.2020.

Distribuzione gratuita di mascherine per tutti i cittadini presso le farmacie

Dopo una prima fornitura di mascherine avvenuta con la collaborazione dei Comuni, la Regione Toscana ha elaborato un ulteriore processo di distribuzione. 

Da lunedì 20 aprile ogni cittadino potrà ritirare in farmacia una confezione da 5 mascherine alla volta, per un totale di 30 mascherine al mese.

Per evitare code ed assembramenti i cittadini sono invitati a telefonare alle farmacie del territorio per concordare le modalità di ritiro.

Questi i numeri telefonici da contattare:

  • Farmacia di Marliana 0572 66282
  • Farmacia di Montagnana P.se 0572 684629

E’ importante sottolineare che sono a disposizione mascherine per tutti e ognuno le riceverà gratuitamente. Evitiamo, quindi, inutili e pericolosi assembramenti davanti alle farmacie !

Consegna dei pacchi alimentari di prima necessità

La grande macchina della solidarietà si è messa in moto anche nel Comune di Marliana!

Ha preso il via da alcuni giorni la distribuzione dei pacchi alimentari ai cittadini in situazione di grave necessità grazie ai beni consegnati da medici e infermieri del 118 e a quelli generosamente depositati dalla popolazione nei cesti di raccolta della spesa presso l’Alimentari “Il Nido” a Femminamorta, l’Alimentari “Amelia” e l’Alimentari "Lenzi snc" a Momigno.

Altri pacchi sono in partenza grazie alla solidarietà del Gruppo Valdinievole 4x4 Club, da sempre vicino alla comunità marlianese e che già questa mattina ha  effettuato la prima di tre consegne di beni alimentari di prima necessità presso il Palazzo Comunale.

Anche privati cittadini hanno consegnato beni di prima necessità per essere di aiuto alle famiglie del nostro territorio in questo momento difficile.

I pacchi vengono consegnati alle persone in difficoltà sulla base delle indicazioni dei Servizi sociali.

Si ringraziano gli esercizi commerciali che hanno aderito alla raccolta dei beni e tutti coloro che hanno donato dimostrando grande sensibilità e senso civico.

Covid-19. Per le vittime di violenza la rete aziendale del Codice Rosa è operativa in tutti i territori

Per le vittime di violenza la rete aziendale del Codice Rosa è operativa come sempre. Nonostante l'emergenza sanitaria in corso i servizi di assistenza non sono stati ridotti e per le persone che si trovano in situazione di pericolo, in particolare le donne e i loro figli,  sono completamente garantiti tutti i percorsi di accoglienza, sostegno e tutela fino all'allontanamento dalla propria abitazione e messa in protezione.

Sono sempre attivi il numero di telefono dedicato, il 1522 (con lo stesso numero si può scaricare anche la APP per dialogare direttamente con le operatrici) che risponde 24 ore su 24, compresi quelli delle Forze dell'Ordine (112 e 113) e anche il 118. 

Il numero 114 è invece disponibile per la violenza su bambini e adolescenti ed è contattabile anche via chat, SMS e WhatApp (hitp://114.it/).

Per le richieste di aiuto le vittime possono rivolgersi ai Consultori, diffusi capillarmente su tutto il territorio dell'Azienda e quindi facilmente raggiungibili. E' prevista la possibilità, in deroga alle prescrizioni previste dalla misure restrittive per contenere la diffusione del Covid-19, di "uscire di casa "per stato di necessità e motivi di salute".

La Regione ha individuato in questo momento il Consultorio come interlocutore privilegiato delle vittime: è a queste strutture che le persone devono rivolgersi per trovare l'accoglienza, gli operatori (medici, psicologici, infermieri, assistenti sociali) e protezione: l'uscita di casa per raggiungere la sede è consentita in quanto la richiesta di aiuto per condizioni di violenza rappresenta certamente un motivo giustificabile.

Le donne, soprattutto, devono rivolgersi a questi servizi che sono aperti in quanto dedicati ad attività non differibili come l'assistenza alla gravidanza e all'interruzione di gravidanza. In questa fase emergenziale è privilegiato l'approccio non in presenza ma tramite consulenza telefonica, per esempio, ma è comunque garantito anche l'accesso fisico con un appuntamento programmato e nel caso di donne affette da Covid-19 vengono attivati i percorsi specifici.

Le vittime di maltrattamenti a livello territoriale possono rivolgersi anche al proprio Medico e Pediatra di Famiglia. 

In questo momento, come esplicitato nella delibera regionale, la violenza, in particolare quella di genere, rischia di essere una emergenza nell'emergenza sanitaria Covid-19:  le misure restrittive per contrastare l'epidemia in atto costringono le famiglie ad una convivenza ristretta e forzata che può favorire l'emergere di conflittualità relazionali o aggravare quelle già esistenti, innalzando il pericolo dell'escalation di violenza tra le mura domestiche.

Anche i pronto soccorsi, continuano ad assolvere alle loro funzioni pur essendo stati riorganizzati in funzione dell'emergenza Covid-19 e garantiscono la presa in carico delle vittime di violenza; al loro interno sono stati organizzati percorsi separati anche per il codice rosa e la persona sarà prima visitata in pre-triage (strutture allestite all'esterno delle medicine d'urgenza) per escludere il sospetto di infezione Covid-19 e poi accompagnata negli spazi riservati per l'attivazione dell'idoneo percorso territoriale e allo stesso modo in caso di infezione la persona seguirà i percossi Covid-19 previsti e riceverà anche l'assistenza sanitaria sempre sulla base delle indicazioni del codice rosa.

Clicca QUI per trovare le sedi dei Consultori dell'Azienda (Empoli, Firenze, Pistoia e Prato) 

 Clicca QUI per approfondire le informazioni sul Codice Rosa

Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale N° 38 del 18 Aprile 2020: misure di contenimento sulla diffusione del viru COVID-19 negli ambienti di lavoro

Con l'Ordinanza n.38 firmata dal Presidente Enrico Rossi, la Regione Toscana fornisce precise disposizioni sulle misure che dovranno essere tenute sui luoghi di lavoro e nei negozi per contenere la diffusione del contagio da Covid-19.

L’ordinanza n.38 del 18 aprile 2020 è stata ribattezzata come DECALOGO ANTICONTAGIO, e infatti contiene dieci regole che dovranno seguire sia le attività già aperte (esclusi ambienti sanitari, cantieri ed aziende dei servizi pubblici locali, per cui vale il protocollo condiviso il 14 marzo) sia le attività che dovranno riaprire.

Per quanto riguarda specificatamente gli esercizi commerciali si introduce obbligo ingresso di una sola persona per famiglia e di accessi regolamentati e scaglionati con percorsi diversi, se possibile, di entrata e uscita, pannelli di separazione tra lavoratori e clienti alle casse e sui banchi, ingressi per non più di una persona a famiglia (salvo casi di bambini e persone non autosufficienti), obbligo per tutti di mascherine, guanti monouso o comunque pulizia delle mani. La distanza di un metro e ottanta centimetri tra le persone dovrà essere garantita anche nei mercati all’aperto.

Tutti i datori di lavoro hanno l’obbligo di redigere un protocollo di sicurezza anticontagio, da spedire alla Regione entro trenta giorni da oggi, in cui si impegnino a mettere in pratica le misure previste dall’ordinanza.

Per consultare nel dettaglio le nuove disposizioni della Regione è possibile SCARICARE L’ORDINANZA N.38 DEL 18 APRILE 2020

Gestione degli spazi e delle procedure di lavoro

  1. Per lo spostamento dal proprio domicilio al posto di lavoro e viceversa, sui mezzi pubblici è fatto obbligo di usare la mascherina ed è raccomandato l’uso di guanti protettivi monouso o la pulizia/sanificazione delle mani prima e dopo l’utilizzo degli stessi. Ove possibile, è consigliato anche l’uso dei mezzi della mobilità sostenibile individuale o di coppia (bicicletta e mezzi elettrici). Nel caso dell’auto privata con due persone si raccomanda l’utilizzo della mascherina.
  2. La distanza di sicurezza interpersonale nei luoghi di lavoro per la prevenzione del contagio da COVID-19 è di norma determinata in 1,8 metri, salvo le specificazioni di cui al punto 6;
  3. In riferimento al punto 2 è comunque obbligatorio l’uso della mascherina negli ambienti di lavoro pubblici e privati: a) in spazi chiusi in presenza di più persone; b) in spazi aperti quando, in presenza di più persone, non è garantito il mantenimento della distanza interpersonale;
  4. In presenza di febbre o altri sintomi influenzali, suggestivi di COVID-19 è fatto divieto di recarsi sul posto di lavoro ed è obbligatorio rimanere al proprio domicilio. Il datore di lavoro si attiva per assicurare quotidianamente, all’inizio del turno di lavoro, il rispetto della presente disposizione o utilizzando idonei strumenti di misurazione della febbre o anche mediante dichiarazione sostitutiva da parte del dipendente;
  5. Prima dell’accesso al posto di lavoro è necessario detergersi accuratamente le mani, utilizzare la mascherina protettiva e, ove compatibile o richiesto dall’attività, utilizzare guanti monouso. La frequente e minuziosa pulizia delle mani è raccomandata in più momenti dell’attività lavorativa. Il datore di lavoro installa nei luoghi di lavoro idonei e diffusi dispenser per detergere le mani, inoltre, fornisce mascherine protettive e eventualmente guanti monouso. Qualora non fosse reperibile il gel detergente, effettuare il normale lavaggio con acqua e sapone;
  6. Quando, anche mediante la riorganizzazione dei processi produttivi, non fosse possibile il mantenimento della distanza di 1,8 metri è necessario introdurre elementi di separazione fra le persone o l’utilizzo di altri dispositivi come mascherine FFP2 senza valvola per gli operatori che lavorano nello stesso ambiente. Qualora le mascherine FFP2 non fossero reperibili è sufficiente utilizzare contemporaneamente due mascherine chirurgiche;
  7. Deve essere garantita la sanificazione degli ambienti con frequenza di almeno una volta al giorno e comunque in funzione dei turni di lavoro. Deve essere garantito quanto più possibile il ricambio dell’aria;
  8. La sanificazione di cui al punto precedente può essere svolta tramite le normali metodologie di pulizia utilizzando prodotti quali etanolo a concentrazioni pari al 70% ovvero i prodotti a base di cloro a una concentrazione di 0,1% e 0,5% di cloro attivo (candeggina) o ad altri prodotti disinfettanti ad attività virucida, concentrandosi in particolare sulle superfici toccate più di frequente (ad esempio porte, maniglie, tavoli, servizi igenici etc). Tali adempimenti devono essere ordinariamente registrati da parte del datore di lavoro o suo delegato, su supporto cartaceo o informatico, con auto-dichiarazione;
  9. Laddove siano presenti impianti di areazione deve essere garantita la sanificazione periodica, secondo le indicazioni contenute nel “Rapporto ISS COVID-19 n. 5/2020. Indicazioni ad interim per la prevenzione e gestione degli ambienti indoor in relazione alla trasmissione dell’infezione da virus SARS-CoV-2.”; altrimenti ne deve essere previsto lo spegnimento, garantendo la massima ventilazione dei locali;
  10. Il servizio mensa deve essere riorganizzato in modo da garantire in ogni momento la distanza interpersonale. E’ necessario che sia effettuata la sanificazione dei tavoli dopo ogni singolo pasto. Laddove le condizioni igieniche e di spazio lo consentono, al fine di evitare assembramenti, è possibile il consumo dei pasti anche presso la singola postazione di lavoro.
  11. Il datore di lavoro, attraverso le modalità più idonee ed efficaci, informa tutti i propri lavoratori circa le presenti disposizioni, consegnando e/o affiggendo all’ingresso e nei luoghi maggiormente visibili dei locali, appositi depliants informativi.

Disposizioni specifiche per gli esercizi commerciali

Oltre a quanto previsto nei precedenti punti dall’1 all’11 della presente ordinanza, per gli esercizi commerciali sono disposte le seguenti ulteriori misure di contenimento:

  • a) l’obbligo di prevedere accessi regolamentati e scaglionati dell’utenza, in modo tale che all’interno sia mantenuta di norma la distanza interpersonale di almeno 1,8 metri e l’obbligo di regolamentare l’accesso all’interno in funzione degli spazi disponibili, differenziando, ove possibile, i percorsi di entrata e di uscita. Resta fermo quanto raccomandato nell’Allegato 5, punto 7 lettera b) del DPCM 10 aprile 2020 per i locali fino a 40 mq, ove è consentito l’accesso ad una sola persona;
  • b) ove possibile, sui banchi e alle casse, si raccomanda di posizionare pannelli di separazione tra i lavoratori e l’utenza;
  • c) l’ingresso negli esercizi è consentito a chi indossa la mascherina protettiva, che copra naso e bocca. Inoltre, è fatto obbligo di sanificare le mani o di utilizzare i guanti monouso. Laddove possibile è preferibile per le mani l’adozione di entrambe le misure. All’ingresso dei negozi sono posizionati dispenser per detergere le mani e/o guanti monouso;
  • d) l’obbligo di fornire informazione per garantire il distanziamento dei clienti in attesa di entrata e di avvertire la clientela, con idonei cartelli all’ingresso, della necessità del rispetto della distanza interpersonale di norma di 1,8 metri;
  • e) l’obbligo di consentire l’ingresso di una sola persona per nucleo familiare, salvo bambini e persone non autosufficienti;
  • f) nei casi in cui la spesa venga effettuata con carrelli e cestelli, si raccomanda di posizionare presso la zona di prelievo dispenser con liquido disinfettante e carta assorbente a disposizione del cliente per la relativa pulizia;
  • g) nei mercato all’aperto è fatto obbligo di mantenere di norma la distanza interpersonale di 1,8 metri e di posizionare presso i banchi dispenser con liquido per la sanificazione delle mani e/o guanti monouso.

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE TOSCANA N. 39 DEL 19 APRILE 2020 

Con l’ordinanza n. 39 del 19 aprile la Regione amplia l’elenco delle persone e figure professionali che possono accedere ai test sierologici rapidi.

Si ricorda che in un primo momento, per la scarsità di kit disponibili, i test erano riservati ad operatori sanitari, ospiti delle Rsa e residenze per disabili, personale del volontariato impegnato nell’emergenza sanitaria e di protezione sociale, lavoratori delle farmacie, personale degli istituti penitenziari, forze dell’ordine, vigili del fuoco e chiunque fosse impegnato nell’assistenza alla popolazione anziana e fragile.

Con la l’ordinanza di n. 39, l’elenco delle figure che hanno la possibilità ad eseguire i test sierologici rapidi si amplia. Sono inseriti nell’elenco anche:

gli agenti della Polizia municipale e della Polizia provinciale, chi lavora negli esercizi commerciali e grandi strutture di vendita alimentare e chi è addetto al trasporto delle merci, i lavoratori di aziende pubbliche o private di smaltimento e raccolta dei rifiuti la cui attività implica il contatto con rifiuti potenzialmente infetti, i dipendenti pubblici, la cui attività implica contatto con il pubblico, i dipendenti degli uffici postali che hanno contatti con il pubblico, i dipendenti dei servizi bancari, finanziari e assicurativi che hanno contatti con i clienti, i lavoratori dei servizi a domicilio, i lavoratori della editoria e della emittenza radiotelevisiva a contatto con il pubblico, gli edicolanti e librai, gli operatori del trasporto pubblico locale ugualmente in contatto con il pubblico, tassisti, operatori delle imprese o agenzie di onoranze funebri, gli operatori della logistica la cui attività implica il contatto con il pubblico, il personale dei consolati a contatto con il pubblico, il personale dei porti e degli aeroporti, i lavoratori infine del distretto cartario, in quanto distretto che ha sempre lavorato e che può essere dunque un caso pilota di valutazione per i successivi distretti industriali toscani.

Ordinanza regionale 39 del 19 aprile 2020 

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE TOSCANA PER LA TUTELA DELLA SALUTE DEGLI OPERATORI NEI CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI

Il Presidente della Regione Toscana ha emanato l’ordinanza n. 40 ”COVID-19 – Disposizioni per la tutela della salute degli operatori nei cantieri temporanei o mobili sia pubblici che privati”.

Riportiamo di seguito sia l’ordinanza n. 40 del 22 aprile 2020 sia l’allegato 1 a tale ordinanza “Disposizioni per la tutela della salute degli operatori (lavoratori dipendenti sia pubblici che privati, distaccati, autonomi, fornitori e subfornitori, noli a caldo ecc…)  nei cantieri temporanei o mobili sia pubblici che privati”:

Ordinanza 40 del 22 aprile 2020 
Allegato 1

ORDINANZA REGIONALE N. 41 DEL 22 APRILE 2020

Il Presidente della Giunta regionale ha emanato una nuova ordinanza (la n.41 del 22 aprile 2020) contenente ulteriori misure per la gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 in materia di commercio. 

Dal 24 aprile 2020  è consentita la vendita di cibo da asporto da parte degli esercizi di somministrazione di alimenti e delle attività artigiane.

La vendita per asporto sarà effettuata previa ordinazione on-line o telefonica, garantendo che gli ingressi per il ritiro dei prodotti ordinati avvengano per appuntamenti, dilazionati nel tempo, allo scopo di evitare assembramenti all'esterno e consentendo nel locale la presenza di un cliente alla volta, assicurando che permanga il tempo strettamente necessario alla consegna e al pagamento della merce.

Resta sospesa ogni forma di consumo sul posto.

E’ consentita inoltre

  • la vendita di semi, piante e fiori ornamentali, piante in vaso, fertilizzanti e simili anche negli esercizi commerciali specializzati.
  • la vendita delle calzature per bambini sia all’interno dei negozi specializzati in abbigliamento per bambini che nei negozi che commercializzano esclusivamente calzature per bambini.

Numero verde del Ministero della Salute

Dal 27 aprile un nuovo numero verde di supporto psicologico 800.833.833, attivato dal Ministero della Salute e Dipartimento di Protezione civile. Il numero sarà raggiungibile anche dall'estero al 02.20228733 e saranno previste modalità di accesso anche per i non udenti.

Tutti i giorni, dalle ore 8 alle 24, professionisti specializzati, psicologi, psicoterapeuti e psicoanalisti, risponderanno al telefono alle richieste di aiuto. L’iniziativa punta ad affiancare, in questa fase di isolamento sociale, tutti i servizi di assistenza psicologica garantiti dal SSN: è sicuro, gratuito e organizzato su due livelli di intervento. Il primo livello è di ascolto telefonico e si propone di rispondere al disagio derivante dal Covid-19. Il secondo livello più mirato.

Dettagli sul sito del Ministero della salute

DPCM 26 APRILE 

Pubblicato il Dpcm del 26 aprile con tutte le prescrizioni relative alla cosiddetta 'Fase 2'.

L'articolo 1 del testo disciplina le attività dei cittadini e quelle per le quali il governo ha dato parere positivo.

Gli spostamenti saranno consentiti solo per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità, motivi di salute e per incontrare i congiunti.

Resta vietata, anche in merito al punto precedente, ogni forma di assembramento in luoghi pubblici o privati.

L'accesso a parchi, ville e giardini pubblici è condizionato al rigoroso rispetto di quanto previsto al punto precedente nonché alla distanza interpersonale di 1 metro.

Non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all'aperto mentre è consentito svolgere individualmente, o con accompagnatore per i minori e le persone non completamente autosufficienti, attività sportiva o motoria nel rispetto della distanza interpersonale di 2 metri.

Sono, inoltre, sospesi, gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati, oltre a manifestazioni, eventi e spettacoli.

Restano sospesi i servizi educativi per l'infanzia e le attività di ogni ordine e grado.

I seguenti allegati al DPCM 26 aprile 2020 contengono l'elenco completo delle attività consentite a partire dal 4 maggio.Tutti e tre gli elenchi elenchi sono comprensivi di  quelle attività che già potevano operare in aprile.

Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 46 del 29 Aprile 2020

L’ Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 46 del 29 Aprile 2020 stabilisce che da venerdì 1° maggio sarà consentito svolgere attività motoria, a piedi o in bicicletta, nell’ambito del proprio comune. Queste attività saranno possibili in modo individuale o da parte di genitori con i propri figli minori, di accompagnatori di persone non completamente autosufficienti o di residenti nella stessa abitazione. In nessun altro caso due persone possono uscire all'aperto insieme. 

Tutte le attività dovranno iniziare dalla propria abitazione e concludersi presso la stessa.

Tra genitori e figli minori, residenti nella stessa abitazione, così come tra accompagnatore e persona non pienamente autosufficiente, inoltre, non sarà necessario mantenere il distanziamento sociale che resta invece necessario verso tutti gli altri.

Si ricorda di rispettare tassativamente la distanza di almeno 1,8 metri con qualsiasi altra persona si incontri nel fare la passeggiata. La distanza sociale è obbligatoria.

Numero dedicato per prenotazioni di visite ed esami

Le Farmacie Comunali dell'area pistoiese, in accordo con il sistema di gestione Cup aziendale, hanno messo a disposizione un numero dedicato per consentire ai cittadini di effettuare da casa le prenotazioni di visite ed esami.

Il numero di telefono da chiamare è il 3286696866 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle 13 e dalle 14,30 alle 16,30.

Gli orari di erogazione del servizio CUP sono consultabili sul sito https://www.uslcentro.toscana.it al seguente percorso:

Come fare per – 1. Prenotare visite ed esami

Sul sito dell'AUSL Toscana Centro è disponibile anche un riepilogo sull'accesso ai servizi ospedalieri e territoriali in questo periodo di emergenza.

Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 50 del 3 maggio 2020

Di seguito il link per consultare l'intera ordinanza 

http://www301.regione.toscana.it/bancadati/atti/Contenuto.xml?id=5251370&nomeFile=Ordinanza_del_Presidente_n.50_del_03-05-2020

Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 54 del 6 maggio 2020

Firmata dal Presidente della Regione l'ordinanza n.54/2020 che amplia ad altre categorie la possibilità di farli gratuitamente e rafforza ulteriormente il ruolo dei medici di famiglia. Medico e pediatra di famiglia potranno richiedere il test sierologico per i pazienti per i quali lo riterranno necessario, attraverso la loro anamnesi.

Eventuali altri uffici coinvolti nell'erogazione del servizio

SERVIZI ALIA SERVIZI AMBIENTALI

Ripristinati i seguenti servizi:

• Ritiro ingombranti a domicilio, a partire dal 07 maggio sarà possibile per gli utenti effettuare le prenotazioni tramite il call center di Alia oppure scrivendo attraverso il form sul portale per prenotare il ritiro. Dall’ 11 maggio Alia ripartirà con l’attività di ritiro domiciliare. Il servizio sarà organizzato con la struttura operativa completa ma è previsto un periodo di start up, in deroga agli standard, (sia per i tempi di attesa al Call Center sia per il rispetto dei 7 gg per l’esecuzione del servizio) a causa della probabile richiesta di un numero molto elevato di ritiri alla ripartenza del servizio.

• Raccolta abiti usati. Dall'11 maggio gli utenti potranno avere libero accesso ai contenitori stradali dedicati alla raccolta degli abiti in buono stato. 

Comunicato stampa di Alia servizi ambientali SpA

Detrazione per le mascherine “conformi”, sconto fiscale semplificato per le donazioni dirette alla Protezione civile. Le nuove risposte dell’Agenzia ai quesiti di operatori, professionisti e associazioni

L'Agenzia delle Entrate nella circolare n. 11 del 6 maggio 2020 fornisce risposte/precisazioni a queste e altre domande frequenti sul Decreto Cura Italia e Decreto Liquidità.

L'acquisto di mascherine per la protezione individuale darà diritto alla detrazione del 19% in dichiarazione dei redditi se si tratta di dispositivi medici con marcatura CE. Lo scontrino o la fattura di acquisto devono indicare il soggetto che sostiene la spesa e la conformità del dispositivo. Inoltre, basta l'estratto conto o la ricevuta per aver diritto allo sconto fiscale sulle donazioni dirette alla Protezione civile su uno dei conti correnti dedicati all'emergenza epidemiologica Covid-19.

Comunicato stampa dell'Agenzia delle Entrate 

EMERGENZA COVID 19- RACCOLTA FONDI MEDIANTE ACCREDITO SU C/C TESORERIA COMUNALE

Fin dall’inizio dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, anche sul nostro territorio lo slancio solidale è stato molto forte e partecipato. Associazioni e privati cittadini hanno manifestato la volontà di contribuire alla gestione dell’emergenza. E' stato quindi pensato di attivare una raccolta fondi per l' acquisto straordinario di generi alimentari e di materiale quali mascherine, tute protettive, disinfettanti e strumentazioni, necessarie alle strutture sanitarie, al mondo del volontariato e ai medici di famiglia per espletare le loro attività in condizioni di massima sicurezza. 

Le donazioni possono essere effettuate tramite bonifico usando le seguenti coordinate bancarie: IT06V0306970469100000046008 – Comune di Marliana avendo cura di indicare, quale causale del versamento, “Donazione Emergenza Coronavirus”.

Erogazione di buoni spesa per l’acquisto della spesa alimentare e generi di prima necessità in favore dei cittadini colpiti dalla situazione economica determinatasi per effetto dell’emergenza Coronavirus (COVID-19)

I soggetti colpiti dalla situazione economica determinatasi per effetto dell’emergenza COVID-19, possono presentare dal 3 APRILE 2020 la richiesta per beneficiare dell’acquisto di generi alimentari e di prodotti di prima necessità da utilizzarsi esclusivamente in uno degli esercizi commerciali del territorio di residenza.

La domanda, considerando l’obbligo di permanere in casa, dovrà essere presentata utilizzando l’apposito modello e dovrà pervenire all’Ufficio Protocollo di questo Ente secondo una delle seguenti modalità:

  • a mezzo pec comune.marliana@postacert.toscana.it
  • a mezzo mail protocollo@comune.marliana.pt.it
  • consegna a mano, solo in caso di assoluta impossibilità di utilizzare le modalità sopraindicate e previo appuntamento telefonico al fine di evitare assembramenti di persone.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare l'Ufficio Protocollo al numero 0572 698523. 

In allegato l'elenco degli esercizi commerciali del territorio di residenza, l'avviso pubblico per l’erogazione dei buoni spesa e lo schema di domanda.

Requisiti che devono essere posseduti dal richiedente

SPOSTAMENTI E AUTOCERTIFICAZIONE

Pubblicato il nuovo modello di autocertificazione per gli spostamenti predisposto dal Ministero dell'Interno. Può essere ancora utilizzato il precedente modello barrando le voci non più attuali.

Il modello è in possesso degli operatori di polizia e può essere compilato al momento del controllo.

Il modulo per l'autocertificazione per gli spostamenti è reperibile al seguente link

https://www.interno.gov.it/sites/default/files/allegati/nuovo_modello_autodichiarazione_26.03.2020_editabile.pdf

Decreto #IoRestoaCasa, domande frequenti sulle misure adottate dal Governo

http://www.governo.it/it/articolo/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/14278

Modalità e tempi di erogazione del servizio

Accesso agli uffici ridotto

Dal 4 maggio 2020 (compreso) SONO GARANTITI ALLO SPORTELLO SOLO I SERVIZI ESSENZIALI ED URGENTI:

  • Ufficio Stato Civile, limitatamente alle autorizzazioni a trasporti funebri, denunce di morte e di nascita (queste ultime possono essere fatte  entro 3 giorni anche all’ospedale). Si invita a contattare preventivamente i seguenti numeri: 336/752222 – 0572/698525
  • Ufficio Polizia Municipale telefonando ai seguenti numeri 0572/698529- 336/752222-335/7435005 o scrivendo a vigili@comune.marliana.pt.it- poliziamunicipalemarliana@postacert.toscana.it
  • Ufficio Protocollo: la documentazione da protocollare andrà inviata tramite PEC all’indirizzo comune.marliana@postacert.toscana.it o a protocollo@comune.marliana.pt.it. Solo se impossibilitati a inviare la documentazione da protocollare tramite posta elettronica è garantita l’apertura dal Lunedì al Sabato dalle ore 9,00 alle ore 12,45 .
  • Servizi Cimiteriali urgenti: telefonare al numero Verde 800 360 636 oppure 0573 367548

Il ricevimento al pubblico è sospeso per i seguenti uffici: Tributi, Tecnico, Urbanistica, Pubblica Istruzione, Servizi Sociali.

Le attività di competenza dell’Ufficio Anagrafe (cambi di residenza, certificazioni anagrafiche e di stato civile) andranno presentate unicamente tramite posta elettronica a anagrafe@comune.marliana.pt.it

Eventuali note per l'utente

LOCANDINE SCARICABILI 

Il materiale infografico scaricabile cliccando qui sotto è stato predisposto dalla regione 

Coronavirus, Fase 2: le nove regole da seguire sui mezzi pubblici

 Con il via della fase 2 scattata il 4 maggio e l'allentamento del 'lockdown' che ha riportato al lavoro milioni di lavoratori è inevitabilmente ripresa anche la mobilità ed è cresciuto il numero di persone che si sposta con i mezzi pubblici. Ed essendo quello del trasporto pubblico, secondo l'Inail, un sistema a rischio di aggregazione medio-alto nell'attuale di persistente circolazione di SarsCoV2, ecco che il Ministero della Salute indica sul proprio sito le regole fondamentali da seguire sui mezzi pubblici (bus, tram, metro e treni) per tutelare la salute propria e quella degli altri.

  1. SALUTE - Non usare il trasporto pubblico se hai sintomi di infezioni respiratorie acute (febbre, tosse, raffreddore)
  2. BIGLIETTI - Acquista, se possibile, i biglietti in formato elettronico online o tramite app
  3. SEGNALETICA - Segui la segnaletica e i percorsi indicati nelle stazioni o alle fermate  
  4. DISTANZA - Mantieni sempre la distanza di almeno un metro durante tutte le fasi del viaggio
  5. SPOSTAMENTI - Utilizza le porte di accesso ai mezzi indicate per la salita e la discesa
  6. POSTI - Siediti solo nei posti consentiti mantenendo il distanziamento dagli altri occupanti
  7. CONDUCENTE - Evita di avvicinarti o di chiedere informazioni al conducente
  8. MANI - Durante il viaggio indossa guanti monouso e fai attenzione a non toccarti il viso 
  9. MASCHERINE - Indossa una mascherina per la protezione del naso e della bocca“

 

Leggi e norme di riferimento

INFORMAZIONI GENERALI-SITI E PAGINE WEB DI RIFERIMENTO

Domande e risposte dal sito del Ministero della Salute

http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioFaqNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=228#1

I provvedimenti del Governo, del Ministero della Salute, della Protezione Civile, le indicazioni e le ordinanze della Regione Toscana

I provvedimenti del Governo, del Ministero della Salute e della Protezione Civile 

Cosa fare fino al 3 aprile - #iorestoacasa

Misure di limitazione per le attività commerciali e produttive in vigore dal 12 al 25 marzo 

Le indicazioni e le ordinanze della Regione Toscana

La Regione ha lanciato in questi giorni una campagna di comunicazione sul Coronavirus Covid-19, rivolta a tutti i cittadini toscani, o comunque presenti in Toscana. Cuore della comunicazione, il decalogo sui comportamenti da tenere, le norme igieniche da seguire, cosa fare in caso di febbre, raffreddore o tosse, i numeri da chiamare. Nella stessa sezione sono pubblicate anche le ordinanze, aggiornate in tempo reale.

Le indicazioni della Regione Toscana

Le ordinanze della Regione Toscana

Responsabile del procedimento Gianni Scanu
Allegato Icona del file Scarica il file allegato

Decreto "Cura Italia"

Allegato Icona del file Scarica il file allegato

Servizi da casa

Allegato Icona del file Scarica il file allegato

Ordinanza Ministro della Salute del 20 marzo 2020

Allegato Icona del file Scarica il file allegato

Comunicazione alla cittadinanza termine consgena mascherine

Allegato Icona del file Scarica il file allegato

Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale N° 26 del 06 Aprile 2020

Allegato Icona del file Scarica il file allegato

Informazioni sanitizzazione mascherine

Allegato Icona del file Scarica il file allegato

Istruzioni uso mascherine

Allegato Icona del file Scarica il file allegato

Linee guida della Regione Toscana per la gestione di problematiche legate agli animali d’affezione in corso di emergenza COVID-19.

Allegato Icona del file Scarica il file allegato

Avviso pubblico per l'erogazione dei buoni spesa

Allegato Icona del file Scarica il file allegato

Schema di domanda per i buoni spesa

Allegato Icona del file Scarica il file allegato

Elenco esercizi commerciali (buoni spesa)

Pagina aggiornata il 19/05/2020 da S M
  • Comune di Marliana (PT)
  • Via della Chiesa, 5 Marliana (PT)
  • Telefono: 0572.69851
  • Fax: 0572.66233
  • Numero di abitanti: 3.201
  • P.IVA: 00361970478

Portale Web e Content Management System realizzati da SPAD srl | Openpage CMS